Magazine | LMSpace.it

Category Archives: Magazine

Mostra d’arte ” Steve Mc Curry -Icons”

locandina McCurry a Conegliano

Palazzo Sarcinelli, Conegliano
Dal 23 dicembre 2020 al 2 maggio 2021

I biglietti si possono acquistare dal mercoledì al venerdì dalle ore 10 alle 13 e dalle  15 alle 18. Il sabato, la  domenica e festivi la biglietteria è aperta dalle ore 10 alle 19.
Calendario speciale
22 dicembre: inaugurazione
24 e 31 dicembre: 10 – 13 e 15 – 17 / Natale chiuso
29 dicembre e 5 gennaio: 10 – 13 e 15 – 18
01 gennaio: 14 – 19 / 06 gennaio, Pasqua, Pasquetta e 1° maggio: 10 – 19

Steve McCurry è uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea, oltre che un punto di riferimento per un vasto pubblico che identifica nel suo obiettivo uno degli strumenti più infallibili per la lettura delle dinamiche del nostro tempo.

Steve McCurry. Icons presenta, per la prima volta nella regione Veneto, una selezione di oltre 100 fotografie, capace di fornire una completa rappresentazione del suo particolare stile e della sua esclusiva visione estetica. Il percorso espositivo accompagnerà il visitatore alla scoperta del suo talento, con immagini di grande impatto emotivo e di sicura fascinazione. L’esposizione ha l’ambizione di gettar luce sulle molteplici esperienze artistiche e di reportage del grande fotografo: a partire dai primi storici viaggi in India e poi in Afghanistan dove Steve McCurry ebbe l’opportunità di seguire i Mujaheddin al tempo della guerra contro la Russia, quando l’accesso al paese era interdetto ai visitatori occidentali. Proprio dall’Afghanistan proviene Sharbat Gula, la ragazza resa celebre dalla prima pagina del National Geographic e conosciuta dal fotografo nel campo profughi di Peshawar in Pakistan.

Attraverso il suo particolare stile fotografico, Steve McCurry pone la propria attenzione sull’umanità del soggetto. Con i suoi scatti ci trasmette il volto umano che si cela in ogni angolo della terra, anche nei più drammatici. Se Henri Cartier-Bresson è stato “l’occhio del suo secolo” (il Novecento), McCurry è probabilmente il fotografo contemporaneo più incline a raccoglierne l’eredità. Grazie alla sua spiccata sensibilità, è capace infatti di penetrare in profondità dei soggetti scelti, svelando la profonda somiglianza di tutti gli individui sulla terra, al di là delle difficoltà socio-culturali. Il fotografo cerca sempre di attribuire un volto alle situazioni in cui si trova immerso da reporter, soprattutto se tali circostanze si presentano estremamente tragiche.

La curiosità è il motore della sua ricerca, capace di spingerlo, fin da adolescente, ad attraversare ogni confine, fosse esso fisico, linguistico e culturale. In ogni sua foto Steve McCurry ci racconta una storia che, una volta svelata, è in grado di comunicare la complessità di un intero contesto.
Queste le parole di McCurry: “La maggior parte delle mie foto è radicata nella gente. Cerco il momento in cui si affaccia l’anima più genuina, in cui l’esperienza s’imprime sul volto di una persona. Cerco di trasmettere ciò che può essere una persona colta in un contesto più ampio che potremmo chiamare la condizione umana. Voglio trasmettere il senso viscerale della bellezza e della meraviglia che ho trovato di fronte a me, durante i miei viaggi, quando la sorpresa dell’essere estraneo si mescola alla gioia della familiarità.”

Come promuovere il tuo business con le campagne pubblicitarie online

Stai cercando di promuovere il tuo prodotto oppure il tuo brand a un target mirato? Le campagne pubblicitarie online sono lo strumento migliore.
Puoi scegliere fra tantissime piattaforme, studiate sia per fidelizzare i tuoi clienti che per intercettarne di nuovi sul web o nei social media.

Quali sono i vantaggi?

Primo fra tutti l’immediatezza del canale online, che consente di raggiungere con relativa facilità i potenziali clienti, che possono essere accuratamente selezionati in base alla provenienza geografica, ai loro comportamenti e ai loro interessi.
Le campagne web possono, anche, essere costruite “su misura” in base alle esigenze e agli obiettivi delle aziende, evitando quindi sprechi di risorse.
Ma il vantaggio principale è quello di poter misurare con precisione, anche in corso d’opera, il successo di una campagna.  Questo consentirà di capire immediatamente se l’attività di promozione sta avendo successo o se è meglio correggere un po’ il tiro per migliorare le performance.

Quali sono le piattaforme migliori per la pubblicità online?

Ce ne sono davvero molte, ma tra le più diffuse troviamo:

  • Google: è il primo strumento da considerare se vuoi fare pubblicità online. È stato messo a disposizione un servizio (Google Ads) dedicato proprio a chi vuole creare annunci pubblicitari su questo motore di ricerca. Come funziona? Mostrando annunci agli utenti che stanno già cercando online la tipologia di prodotti e servizi che tu offri. Questo canale consente ottimi risultati, perché interviene su un target già potenzialmente interessato.
  • Facebook: avere una pagina aziendale su Facebook per promuovere i propri prodotti o servizi è necessario, ma non sufficiente. Tramite la pubblicità a pagamento su questo social si può profilare in modo estremamente specifico il target, selezionando area geografica, età e interessi.
  • Instagram: attraverso la piattaforma di gestione delle campagne messa a disposizione da Facebook puoi decidere di pubblicare la tua inserzione anche nel canale Instagram, anche sfruttando le Storie, lo strumento che in questo momento sta riscuotendo il maggior successo sulla piattaforma.
  • LinkedIn: è lo strumento ideale per i B2B ma non solo. Ci permette di mostrare i nostri annunci a persone selezionate e offre anche la possibilità di inviare messaggi diretti ad un determinato target tramite messaggi personali.
  • Email marketing: utilizza la posta elettronica come strumento per inviare messaggi promozionali ai tuoi clienti o potenziali tali. I vantaggi  per le aziende sono: costi ridotti rispetto ai mezzi tradizionali, ritorno sull’investimento molto alto, istantaneità della comunicazione, possibilità di personalizzazione del messaggio, monitoraggio dei risultati.

 

Allora su quale canale investire? Dipende molto da quali sono gli obiettivi aziendali, dalle risorse a disposizione e dal tipo di cliente che si vuole raggiungere. 

LM Space sostiene il contest PLAY – Dizionario del silenzio

PLAY/ Dizionario del silenzio e un Contest per nuove drammaturgie interpretate sul web che nasce da un idea dell’Ing. Roberto Reffo, imprenditore veneto da sempre sostenitore di iniziative culturali e filantropiche.
Il concorso è finanziato dal progetto LMSpace con la direzione artistica e organizzativa a cura di
Teatro Bresci.
L’idea è quella di offrire alle Compagnie e ai singoli artisti un’occasione per poter raccontare
l’attuale stato dell’arte e nello specifico del teatro, lo stato d’animo dei tanti professionisti della
scena, cosa sia stato disatteso, quale la funzione culturale del fare teatro oggi, quali le prospettive.


To play è un verbo che in inglese significa giocare ma anche interpretare: una parola che rimanda direttamente al mondo dello spettacolo e della recitazione.
Inoltre Play è il tasto che si utilizza per far partire un video o un audio da un device, e qui il riferi-mento è al mezzo attraverso cui gli elaborati del concorso verranno prodotti e visionati.

Teatro e Web.
Si parla spesso in queste settimane di teatro in streaming, on line. Il teatro è un rito che presup-
pone la comunicazione viva tra attore e pubblico, è uno scambio fisico e carnale tra chi fa e chiattivamente guarda e ascolta, è comunione e condivisione istantanea ed effimera.Ecco che PLAY non è un concorso teatrale. Ma sono chiamati a costruire un monologo i professionisti del teatro. Non solo: il teatro sarà il tema fondamentale per l’elaborazione drammaturgica.
Il video dovrà riprodurre un testo inedito interpretato da un attore che racconta il proprio mondo e il proprio stato; il teatro viene raccontato sul web per far sentire la voce di chi troppo spesso e soprattutto in questo momento si è ritrovato costretto nel silenzio.

Possono partecipare al bando compagnie teatrali di professionisti, o singoli professionisti della scena (drammaturgo e/o attore) di tutto il territorio nazionale italiano.
La partecipazione è gratuita. Il bando prevede la realizzazione di un monologo di nuova drammaturgia di massimo 5 minuti ripreso in video. Il testo potrà essere scritto anche da un autore diverso dall’attore interprete
Ogni Compagnia o artista potrà partecipare al bando con un unico elaborato.
Il tema del monologo dovrà essere l’attuale stato dell’arte e nello specifico del teatro, lo stato
d’animo dei tanti professionisti della scena, il racconto di cosa in quest’emergenza sia stato
disatteso, quale la funzione culturale del fare teatro oggi, quali le prospettive future.

La giuria, dopo aver visionato e valutato attentamente i video pervenuti, determinerà un primo,
un secondo ed un terzo classificato.
I lavori vincitori del concorso riceveranno un premio in denaro:
Primo classificato: 800,00 € (ottocento euro)
Secondo classificato: 600,00 € (seicento euro)
Terzo classificato: 400,00 € (quattrocento euro)

Il conferimento dei premi ha carattere di corrispettivo di prestazione d’opera o rappresenta il rico-
noscimento del merito personale o un titolo d’incoraggiamento nell’interesse della collettività (se-
condo art. 6 D.P.R. 26 ottobre 2001, n. 430.

🥇 Primo classificato- Davide Dolores con “Domani”
🥈Secondo classificato- Rita Felicetti con “Pelle a pelle
🥉Terzo classificato- Massimo Scola con “30 anni”
Ringraziamo i più di cento lavoratori dello spettacolo, attori e drammaturghi provenienti da tutta Italia, che hanno raccontato cosa si prova a fare teatro oggi.
Qui il video conclusivo della serata! https://youtu.be/KZDqXst0eys